In estate? Non fare appassire il tuo cervello, allenati con noi!



Estate in psicologia


Il passare del tempo, sia nel giovane adulto che nell’anziano, comporta un invecchiamento inteso come un processo, o un insieme di processi, che hanno luogo in un organismo vivente e che con il passare del tempo ne diminuiscono la probabilità di sopravvivenza. L’invecchiamento va distinto dalla malattia poiché porta con sé cambiamenti universali e non reversibili, ma non necessariamente invalidanti: tuttavia da sempre gli esseri umani hanno cercato di combattere l’invecchiamento.


Ma non possiamo evitare di invecchiare e non ci sono rimedi anti-età, non possiamo opporci alle nuove sfide che il nostro organismo ci propone: studiare a 30 anni non sarà facile come a 20; fare la spesa a 70 anni ci richiederà più tempo rispetto a quando ne avevamo 50.


Vi sono però modi per favorire una migliore qualità di vita e di salute, in prima istanza uno stile di vita sano e la prevenzione rispetto al declino delle funzioni cognitive che è molto sentito sia dall'anziano che dai suoi familiari e con l’avanzare dell’età mette in allerta tutti noi.


Vi sono delle tecniche e delle metodiche che possono essere utilizzate per favorire il mantenimento delle abilità cognitive e quindi un invecchiamento attivo. Esperto di tali tecniche è il professionista psicologo-neuropsicologo, che studia i processi cognitivi, emotivi e comportamentali correlandoli con i meccanismi anatomo-funzionali a livello di sistema nervoso che ne sottendono il funzionamento.


Le abilità cognitive di cui si occupa il neuropsicologo possono essere così riassunte: linguaggio, comprensione, memoria e apprendimento, concentrazione e attenzione, orientamento, capacità di lettura e scrittura, calcolo, giudizio, pensiero astratto, programmazione, organizzazione ed inibizione del comportamento, movimento volontario, elaborazione visiva, consapevolezza. Sono capacità complesse risultanti di processi che possono essere comuni a diverse funzioni cognitive.


Durante lo svolgimento di un compito o di un’attività c’è sempre un concorso globale ed integrato di diverse capacità cognitive.


Sfruttando l’apprendimento si possono insegnare alla persona varie strategie per far fronte alle proprie difficoltà. Inoltre è possibile un mantenimento delle abilità conservate che vengono “allenate” con esercizi specifici.


Durante questa estate vi proporremo di settimana in settimana semplici esercizi per riflettere sulle incredibili funzioni cognitive di cui disponiamo e a cui non sempre prestiamo sufficiente attenzione e impegno per allenarle!


Siete pronti?!


NeuroImpronta - Neuropsicologia e Psicologia Trento e Cles







#Braintraining #Benessere #Salute #Estate #Allenamento #Neuropsicologia #Trento #Psicologia

Post in evidenza