Mese dell'Alzheimer: screening gratuito





La demenza è una malattia complessa, che coinvolge non solo il paziente ma l’intero nucleo familiare che diventa una vittima nascosta. Spesso il familiare (caregiver) sperimenta vissuti di colpa, rabbia, solitudine e inadeguatezza derivanti dalla distanza tra i bisogni e le richieste del malato e le proprie risorse e i bisogni personali. L’esperienza di assistenza rappresenta un compito a cui spesso il familiare non è preparato arrivando a sperimentare un intenso carico fisico ed emotivo. I colloqui psicologici di sostegno e di psico-educazione mirano a prevenire tale sovraccarico e a promuovere l’utilizzo di strategie per relazionarsi con il malato.

Le forme di demenza sono molteplici e purtroppo una cura ancora non esiste. Conoscere e riconoscere la demenza, tuttavia, permette di attuare interventi mirati per pazienti e familiari al fine di contribuire a migliorare l’assistenza e la qualità di vita di entrambi. Inoltre lo screening cognitivo può aiutare nella prevenzione: intervenendo tempestivamente è possibile rallentare il decorso della malattia.

Cosa fare quindi?

È innanzitutto fondamentale distinguere i cambiamenti fisiologici legati all’età dalla patologia al fine di delineare interventi adeguati. Per questo a partire dai 60 anni è consigliabile sottoporsi ad uno screening cognitivo annuale.

L'iniziativa:

In occasione del mese dell'Alzheimer, la dott.ssa Sara Forti psicologa, esperta in neuropsicologia, propone uno screening cognitivo che permette, attraverso un colloquio breve (circa 30 minuti), di fare un check-up delle funzioni cognitive e di avere una restituzione in tempo reale del proprio profilo cognitivo, nell’assoluto rispetto della privacy.

Particolarmente indicato per persone over 60. Evento gratuito, è possibile prenotare.

Dove?

Presso NeuroImpronta - sede di Trento - Corso 3 Novembre 116.

Quando?

Da lunedì 20 settembre a giovedì 30 settembre,


Per info e prenotazioni telefonare al 340 8735763

Post in evidenza