Con-Tatto: per sentire l'altro



Spesso chi assiste un familiare con demenza o con deterioramento cognitivo, si trova di fronte a una persona che fatica a riconoscere, che pare essere diversa, lontana da ciò che era, distaccata dal mondo, dagli altri e dalla sua famiglia.

In questa fase l'assistenza richiede innumerevoli sforzi, fatica, preoccupazioni, stress.

Naomi Feil ha costruito il metodo Validation, un approccio che più di ogni altro, riconosce, prima della malattia, la persona e le sue risorse.

Per Naomi Feil negare i sentimenti significa negare legittimità all'individuo: attraverso il suo approccio utilizza l’empatia e la fiducia per entrare in sintonia con la realtà interiore dei grandi anziani disorientati. La fiducia è indispensabile, porta sicurezza, la sicurezza infonde forza, la forza genera autostima. Questo binomio legittima le persone molto anziane e ripristina la loro dignità. Al centro vi è il concetto di rispetto: la persona viene accolta, rispettata e viene dato il giusto valore alle sue emozioni. 

Il metodo Validation  mette in secondo piano l’aspetto clinico dell’anziano, e si concentra sulla relazione che avviene attraverso la comunicazione verbale e non verbale.


Nel metodo Validation assume importanza centrale il tocco, quale via di comunicazione e strumento terapeutico.


Il 10 ottobre alle ore 20:30 presso la biblioteca di Mezzocorona vi invitiamo ad una serata esperienziale per scoprire questo approccio, sperimentare le strategie per entrare in contatto con l'altro. 


La serata rientra nel ciclo di incontri "I mercoledì della salute. Comunicare attraverso i sensi" proposti dalla Farmacia Zanini che ringraziamo caldamente per l'invito! 

La partecipazione è gratuita.



Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Black Icon Instagram
  • Black Icon LinkedIn
  • Nero Facebook Icon
  • Nero Twitter Icon
instagram
carta dei servizi

SCARICA QUI LA NOSTRA

newsletter

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

 “Il Ministero della Salute ritiene equiparabili le prestazioni professionali dello psicologo e dello psicoterapeuta alle prestazioni sanitarie rese da un medico, potendo i cittadini avvalersi di tali prestazioni anche senza prescrizione medica. È pertanto possibile ammettere alla detrazione di cui all’art. 15, comma ,1 lett. c), del TUIR le prestazioni sanitarie rese da psicologi e psicoterapeuti per finalità terapeutiche senza prescrizione medica.” Circolare AE nr. 20/e del 2011

TRENTO | Corso 3 Novembre, 116
CLES | Via Lorenzoni, 27

Impresa sociale costituita anche con il contributo del Fondo europeo di sviluppo regionale legato al Programma operativo 2007-2013 FESR della Provincia Autonoma di Trento.

  • Facebook Neuroimpronta
  • Instagram Neuroimpronta

NeuroImpronta Società Cooperativa Sociale | P. IVA e C.F. 02332820220 | Pec: neuroimpronta@pec.cooperazionetrentina.it